Home

 
 
 
  Primo Piano

La crisi di legittimazione della Ue

La crisi finan­zia­ria si è via via tra­sfor­mata in una crisi demo­cra­tica di legit­ti­mità delle isti­tu­zioni della unione stessa. E un gruppo di decisori chiuso, autoreferenziale e non democraticamente controllato ha assunto un peso sempre maggiore a livello anche domestico

Movi­menti sociali hanno da tempo espresso il loro soste­gno per un’altra Europa. Il loro quasi una­nime soste­gno al No alle pro­po­ste della Troika al refe­ren­dum in Gre­cia dice molto delle ripe­tute fru­stra­zioni della spe­ranza di costruire una Europa sociale e dal basso. Infatti, le pro­te­ste con­tro l’austerity hanno affer­mato, sem­pre più chia­ra­mente ed espli­ci­ta­mente, che l’evoluzione dell’Eur...

continua
  In evidenza


alter | Jobs Act, lavoro, Renzi

Un Workers Act per cambiare

Dietro le formule nebulose del Jobs Act del governo si rivela la volontà di rendere la prestazione della manodopera più flessibile sia in entrata che in uscita, cioè meno garantita per i dipendenti sia nell’assunzione che nel licenziamento. Ma un'alternativa è possibile. ll testo dell'introduzione al Workers Act di Sbilanciamoci!

continua  - leggi i commenti(1)
Grecia

Che cosa succede dopo il voto di Atene

di Mario Pianta

Domenica sera dalle urne greche potrebbe uscire un “sì” al referendum indetto dal governo di Alexis Tsipras. Il ministro delle finanze Yanis Varoufakis ha annunciato giovedi che si dimetterebbe; non potrebbe firmare un memorandum – una versione ritoccata di quello su cui si sono rotte le trattative la settimana scorsa - che riporta l’austerità nel paese e non affronta la ristrutturazione del...

continua
globi
I sindacati europei solidarizzano con la Grecia

“Le ricette della Troika sono state un disastroso fallimento, e stanno mettendo in pericolo non solo la Grecia ma potenzialmente anche altri paesi dell’eurozona"


di Bruno Montesano
capitali
Debito greco: non uno, ma molti fallimenti

Quello del debito greco rappresenta non uno, ma una pluralità di fallimenti e rischia di essere l'emblema del completo fallimento politico e sociale del progetto di Unione


di Andrea Baranes
globi
Paralisi Ue. La Bce al comando

L’unione monetaria fa le veci di un’unione politica che è ancora da costruire. Come riassume la cancelliera Angela Merkel: “Se l’euro fallisce, fallisce l’Europa”


di Anna Maria Merlo
globi
Se sono i “malefici 5” a dettare gli scenari

Nel progetto di riforma dell'Ue a cura di Juncker, Tusk, Dijsselbloem, Draghi e Schulz, la futura politica economica dell'Unione rischia di essere peggiore di quella odierna


di Paolo Pini , Roberto Romano
globi
La guerra mediatica a Syriza

Il gioco è particolarmente delicato perchè sfrutta senza scrupoli una frattura effettiva nella società greca che il referendum rischia di approfondire


di Filippomaria Pontani
globi
L'austerità in Grecia. Cronistoria di un’agonia

Il debito pubblico, la cui riduzione era l’obiettivo principe dell’austerità, è passato dal 129 al 177% del Pil. E dal 2009 ad oggi la disoccupazione è aumenta di oltre 8 punti percentuali


di Dario Guarascio , Valeria Cirillo
globi
Grecia, perché non si è arrivati a un accordo

Il documento che illustra i negoziati finali e la rottura avvenuta tra Grecia e Europa preparato da Euclid Tsakalotos, coordinatore della delegazione del governo greco


di Euclid Tsakalotos
globi
Grecia/Europa. Parla Thomas Piketty

La prima lezione che si può trarre dalla storia dei debiti pubblici è che non siamo di fronte a nuovi problemi. Ci sono sempre state molte occasioni per condonare i debiti. E mai solo una, come...


di Georg Blume